Campo Tures: il piano per diventare comune a zero emissioni di CO2

Meta enertour - Nel cuore delle Alpi italiane, in Alto Adige, è situato Campo Tures, il comune che ha dichiarato il coraggioso obiettivo di ridurre a zero le emissioni di CO2 dei suoi 5.100 abitanti.

Il piano d’azione per raggiungere tale scopo conta numerosi interventi e punta sull’incremento dello sfruttamento delle fonti rinnovabili e sull’efficienza energetica degli edifici.

Allo stato attuale sul territorio sono presenti diversi impianti idroelettrici, fotovoltaici, a biogas e un impianto eolico. Tra le realizzazioni più recenti si annovera un impianto idroelettrico dalla potenza nominale di 18 MW, che sfruttando il salto di un vicino torrente produce annualmente 65 milioni di kWh di energia elettrica. Una crescente importanza assume il contributo del fotovoltaico: l’attuale approvvigionamento da fotovoltaico di circa 500.000 kWh all’anno nel comune, sarà aumentato dal “Programma venti tetti”, che incentiva l’installazione di impianti fotovoltaici sugli edifici privati. Nell’ambito di un progetto pilota alcune strade del comune sono state inoltre dotate di lampioni alimentati da pannelli fotovoltaici. Per la produzione di energia un’altra fonte disponibile localmente sono i residui provenienti dall’agricoltura e dall’allevamento, che vengono valorizzate nell’impianto biogas “Biowatt”, di proprietà di una cooperativa di agricoltori e allevatori e che produce  5 milioni di kWh all’anno di energia elettrica. Sul territorio di Campo Tures si trova anche una turbina eolica situata a 1700 m sopra il livello del mare dalla potenza nominale di 300 kW.

Per la produzione di energia termica è in fase di realizzazione la centrale di teleriscaldamento a biomassa dalla potenza di 18-20 MW. La centrale garantirà una copertura di almeno due terzi del fabbisogno di calore del comune e sarà alimentata prevalentemente attraverso biomassa legnosa locale. Sfrutterà inoltre il calore fornito dai cogeneratori dell’impianto a biogas e sarà dotata di modulo ORC.

Altre iniziative del comune di Campo Tures per il raggiungimento delle emissioni zero di CO2 sono nel campo dell’efficienza energetica nell’edilizia, la definizione dello standard CasaClima B come requisito minimo per le nuove costruzioni e il “Programma 50 case”, che mira attraverso attività di consulenza al risanamento energetico di 50 edifici privati nei prossimi due anni. Nell’ambito della viabilità si sta pianificando l’introduzione di mezzi pubblici elettrici e un distributore di carburanti alternativi, quali biogas, biodiesel, bioetanolo e idrogeno. Ci sono poi attività di management energetico, come quella che ha permesso di ridurre nel corso di due anni i costi energetici nelle strutture pubbliche del 15% senza l’impiego di alcun investimento. Per promuovere una cultura energetica consapevole, il Comune ha poi da poco inaugurato una struttura interamente dedicata all’energia, che ospita uffici, un centro di sviluppo e spazi didattici e d’esposizione per attività di sensibilizzazione.

Per la visita: enertour@tis.bz.it

archiviato sotto: ,

Social Networks

Twitter Facebook YouTube

Special Projects

Enertour 4 Students Enertour 4 Schools

Promotori

IDM Suedtirol Fondazione Cassa di Risparmio Provincia Autonoma di Bolzano

Partner

KlimaHaus - CasaClima SüdTirol