Il nuovo impianto fotovoltaico dell’Aeroporto di Bolzano Dolomiti

Meta enertour - Una installazione innovativa per valutare le prestazioni di diverse tecnologie di moduli.

Il 2010 ha visto una rapida crescita del numero di installazioni fotovoltaiche in Europa, ma soprattutto in Italia. A Maggio 2010 si è infatti arrivati a 1,1 GW installati sotto l’attuale conto energia su un massimo previsto di 1,2 GW, ben prima della scadenza della legge incentivante in vigore (informazione dal sito del GSE, http://www.gse.it/). In parallelo si è presentata una crescente richiesta di informazioni sulle reali prestazioni dei moduli fotovoltaici, associate a diversi contesti geografici di installazione. Queste informazioni, oltre che per finalità di ricerca e supporto all’industria, vengono spesso richieste sia da installatori, per garantire la produzione energetica degli impianti, sia dalle banche, per valutare la bontà dell’investimento da finanziare.

In quest’ottica, l’analisi di varie tecnologie fotovoltaiche attualmente sul mercato in un contesto geografico specifico, sotto vari livelli di irraggiamento e diverse lunghezze d’onda, riveste una certa importanza.

In quest’ambito e´stato pensato e sviluppato l’impianto installato all’Aeroporto di Bolzano Dolomiti (ABD). Il progetto, di proprietà di ABD e sviluppato col cofinanziamento dei Fondi Europei per lo Sviluppo Regionale 2007-2013 dell’Unione Europea, comprende un impianto commerciale di 661,7kW in tecnologia CdTe ed un impianto sperimentale di 61,8 kW, diviso in 39 sezioni da 1 e 2 kW ciascuna e 24 diversi tipi di moduli da produttori di origine europea, statunitense, canadese, cinese e giapponese. Si tratta di una installazione a terra, ove i moduli sono installati su supporti fissi, cosi come supporti monoassiali e biassiali.

EURAC Research riveste il ruolo di responsabile scientifico della installazione sperimentale e come tale seguirà, per l’intera durata della vita dell’impianto, le attività di test e monitoraggio per valutare la performance dei moduli e la degradazione delle prestazioni durante la loro vita. Le prestazioni fotovoltaiche vengono studiate e valutate in parallelo con i dati ambientali rilevati dalla stazione meteo presente sul campo. La stazione comprende strumenti come i piranometri, un pireliometro, un albedometro, un sensore di temperatura, un anemometro. Verrá inserito anche un fotometro solare che lavorerà nella rete AERONET della NASA, col compito di rilevare aerosols, vapori e ozono presenti nell’atmosfera per una miglior valutazione dell’irraggiamento ricevuto dai moduli.

Il monitoraggio dei moduli sul campo verrá poi comparato e confermato con dati da test di laboratorio. EURAC ha infatti avviato, grazie al supporto dei Fondi Europei per lo Sviluppo Regionale (FESR) nell’ambito del progetto PV Initiaitve, l’installazione di un laboratorio interno di ricerca per svariati test sui moduli fotovoltaici. Sempre in questa direzione, e per ottenere anche una comparazione dei risultati per una loro maggior affidabilità e validità scientifica, EURAC sta lavorando per stabilire una rete tra vari laboratori e centri internazionali, che permetterà di proporre una valutazione di rilevante qualità scientifica.

Autore: Alessandra Colli, Wolfram Sparber, Matteo Del Buono - EURAC Research, Institute for Renewable Energy

logo airport

Committente: ABD Airport
Costruzione e installazione: Leitner Solar, Brunico (Bz)
Progettista e direzione lavori: Ing. Thaler
Monitoraggio scientifico: EURAC Research, Institute for Renewable Energy

Per visite: enertour@tis.bz.it

archiviato sotto:

Social Networks

Twitter Facebook YouTube

Special Projects

Enertour 4 Students Enertour 4 Schools

Promotori

IDM Suedtirol Fondazione Cassa di Risparmio Provincia Autonoma di Bolzano

Partner

KlimaHaus - CasaClima SüdTirol